• cinema
  • UFO(s): mai invasione aliena fu più divertente

UFO(s): mai invasione aliena fu più divertente

10/02/2024


[…]
Ufo(s)
rispolvera con estrema accuratezza “filologica” il noto armamentario della mitologia ufologica. Non manca quasi nulla, dalle distorsioni spazio-temporali al fenomeno del missing time testimoniato dalle vittime di abduction (perfino Mathure, dopo aver assistito a un evento incomprensibile, si accorge che il suo orologio va dodici minuti indietro), dalla ricerca di presunti impianti alieni nel corpo dei rapiti al mistero dei cerchi nel grano, dai filmati di strane luci nel cielo alle sparizioni senza spiegazione apparente.

A proposito di sparizioni, la palma dell’ironia va alla scelta di inserire nel novero dei soggetti scomparsi… un fenicottero rosa, l’unico sopravvissuto alla moria di uccelli del primo episodio, amorevolmente ospitato nell’ufficio del GEPAN (per convincerlo a mangiare gli vengono fatti ascoltare i richiami di uno stormo della Camargue incisi su vinile) finchè, appunto, lo splendido esemplare si volatilizza da una gabbia ermeticamente chiusa. Stessa sorte di una spilletta che decorava il bavero della giacca del citato rappresentante di strumenti musicali, sparita nel nulla e destinata a diventare l’ossessione irrazionale del cartesiano professor Mathure.
[…]





Fonte: Stanze di Cinema
nel canale: cinema