Un giorno di festa di Joyce Maynard

09/06/2023


[…]

A volte mi domandavo se il problema dipendesse da quanto aveva amato mio padre. Avevo sentito di persone tanto innamorate di qualcuno che, quando questo qualcuno moriva o se ne andava, non riuscivano a riprendersi. Era questo che intendevano quando parlavano di cuore spezzato. Una volta, mentre ci mangiavamo la nostra cena surgelata e mia madre si era appena versata il terzo bicchiere di vino, avevo preso in considerazione di chiederglielo. Mi domandavo se, per arrivare a odiare una persona nel modo in cui ormai lei sembrava odiare mio padre, bisognava averla amata in egual misura.

Alle domande su come gli adulti conducano la vita si aggiungono per Henry quelle sul suo corpo che comincia a cambiare, altezza, voce, tutto muta e i pensieri hanno uno sfondo sessuale sempre piĆ¹ insistente, che non sa bene come controllare.
[…]





Fonte: La lettrice geniale
nel canale: libri-e-lit-blog