VITA DEL SIGNOR DE MOLIÈRE – MICHAIL BULGAKOV

01/05/2024


[…]
Questa biografia di Molière di Michail Bulgakov è stupefacente sia per l’abbondanza dei dettagli storici (solidissime e rigorose le fonti documentarie tutte puntigliosamente elencate) che per la qualità della narrazione. Il fatto è che lo scrittore sovietico – del quale ancora troppo poco e male si conosce l’importante lavoro teatrale (in italiano che io sappia esiste poco o niente) – provava per il drammaturgo francese una vivissima ammirazione.

Bulgakov amava molto il teatro, ha scritto diversi testi teatrali e adattato per le scene parecchi romanzi in particolare di Tolstoj, Gogol’, Dickens, Maupassant…Ma non poteva pubblicare niente, non poteva rappresentare niente di suo, il divieto era totale e assoluto: la famosa telefonata di Stalin ricevuta due giorni dopo il suicidio di Majakovskij gli aveva risparmiato, è vero, la Lubjanka, la pallottola alla nuca come era accaduto con Babel’, la deportazione e la morte nel gulag (Mandel’stam), ma il divieto di rimanere in vita come artista era l’altissimo prezzo che doveva pagare. Come artista, Bulgakov, dopo quella telefonata, non esistette più.
[…]





Fonte: NonSoloProust
nel canale: libri-e-lit-blog